Accedi all'area riservata





Hai perso la password?

Contattaci

AGEVOLAZIONI PER LE EROGAZIONI A SOSTEGNO DELL'EMERGENZA COVID 19

Giovedý 19 Marzo 2020

DETRAZIONI AMPIE PER LE EROGAZIONI LIBERALI EFFETTUATE A SOSTEGNO DELL’EMERGENZA “CORONAVIRUS”

 

 

Detrazioni per erogazioni liberali effettuate da persone fisiche ed enti non commerciali

Il Legislatore introduce nuovi incentivi fiscali per le erogazioni liberali effettuate nel 2020 a sostegno delle misure di contrasto dell’emergenza epidemiologica da COVID-19).

 

I destinatari dell’agevolazione

Dal punto di vista soggettivo, coloro che potranno beneficiare del beneficio della detrazione in relazione alle erogazioni liberali in denaro e in natura, effettuate nell’anno 2020, sono esclusivamente:

  • le persone fisiche;
  • gli enti non commerciali.

Restano quindi escluse dalla predetta misura le persone giuridiche diverse da gli enti non commerciali e, quindi, sia le imprese, che gli enti commerciali, che gli studi professionali per citarne alcuni.

 

c I soggetti interessati

Sempre dal punto di vista soggettivo, l’agevolazione spetterà unicamente in relazione alle erogazioni liberali, sia in denaro sia in natura, effettuate dai soggetti richiamati in precedenza in favore di:

  • Stato;
  • Regioni;
  • Enti locali territoriali;
  • Enti o istituzioni pubbliche;
  • Fondazioni e associazioni legalmente riconosciute senza scopo di lucro.

 

Contenuto e misura dell’agevolazione

In relazione alle richiamate erogazioni liberali, sia in denaro che in natura, spetta una detrazione dall’imposta lorda ai fini dell’imposta sul reddito (Irpef per le persone fisiche e Ires per gli enti non commerciali) pari al 30%, per un importo non superiore a 30.000 euro.

 

Detrazioni per erogazioni liberali effettuate da imprese

Con il comma 2 del citato articolo 66 D.L. “Cura Italia” vengono invece disciplinate le agevolazioni riconosciute alle imprese che nel 2020 effettuano erogazioni liberali, sia in denaro che in natura, sempre a sostegno delle misure di contrasto all’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Sulle erogazioni delle imprese è previsto:

  • deducibilità dal reddito d'impresa delle erogazioni liberali in denaro effettuate in favore delle popolazioni colpite da eventi di calamità pubblica o da altri eventi straordinari anche se avvenuti in altri Stati, per il tramite di fondazioni, di associazioni, di comitati e di enti;
  • in caso di beni ceduti gratuitamente gli stessi non si considerano destinati a finalità estranee all'esercizio dell'impresa ai sensi degli articoli 53, comma 2 e 54, comma 1, lettera d), Tuir;
  • non assoggettamento a imposta sulle donazioni dei trasferimenti effettuati;
  • identificazione delle fondazioni, delle associazioni, dei comitati e degli enti destinatari delle erogazioni liberali sulla base dei contenuti del D.P.C.M. 20 giugno 2000.
info

Condividi su:  
   

Tutte le news & eventi